Discussione:
Bombe all'iprite nel Baltico
(troppo vecchio per rispondere)
j***@gmail.com
2016-05-20 09:25:59 UTC
Permalink
Raw Message
Curiosando su Google Earth ho scoperto che negli anni immediatamente successivi alla fine della WWII sono state scaricate svariate migliaia di tonnellate di munizionamento a gas (soprattutto bombe d'aereo) da parte degli alleati.
Quello che non ho capito è: si trattava di materiale tedesco, come qualche documento in rete dice, oppure alleato?

Il dubbio mi viene perchè sapevo che Hitler fosse abbastanza ossessionato dalla questione, e soprattutto temesse pesantissime ritorsioni, per cui non avrebbe mai iniziato a usare i gas...
Luca Morandini
2016-05-20 10:31:47 UTC
Permalink
Raw Message
Post by j***@gmail.com
Curiosando su Google Earth ho scoperto che negli anni immediatamente successivi
alla fine della WWII sono state scaricate svariate migliaia di tonnellate di
munizionamento a gas (soprattutto bombe d'aereo) da parte degli alleati. Quello
che non ho capito è: si trattava di materiale tedesco, come qualche documento
in rete dice, oppure alleato?
Da questo rapporto ([1] pag.7-8) risulta che il materiale era tedesco.
Post by j***@gmail.com
Il dubbio mi viene perchè sapevo che Hitler fosse abbastanza ossessionato dalla
questione, e soprattutto temesse pesantissime ritorsioni, per cui non avrebbe
mai iniziato a usare i gas...
..e quindi? Nemmeno gli USA li usarono, ma li produssero (e dispiegarono).

Basti ricordare che i tedeschi furono quelli che scoprirono i gas nervini e li
produssero su larga scala (procedimento difficile, costose, e pericoloso).


[1] Report on Chemical Munitions Dumped in the Baltic Sea, the Ad Hoc Working
Group on Dumped Chemical Munition, 1994
http://bit.ly/25dihOv

Saluti,

Luca Morandini
j***@gmail.com
2016-05-20 11:43:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Luca Morandini
Da questo rapporto ([1] pag.7-8) risulta che il materiale era tedesco.
Ottimo, grazie.
Sto leggendo e in effetti tante cose mi tornano di più.
Pensavo fosse munizionamento alleato, del tipo di quello perduto nel bombardamento di Bari, smaltito nel dopoguerra.
Loading...