Discussione:
Brandiera di guerra del II Reich
Aggiungi Risposta
Maurizio Pistone
2017-12-02 19:49:05 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
può essere considerata un simbolo neonazista?

<http://firenze.repubblica.it/cronaca/2017/12/02/news/firenze_bandiera_neonazista_appesa_in_una_camera_nella_caserma_dei_carabinieri-182834468/>
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Giovanni Mello
2017-12-03 08:25:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
può essere considerata un simbolo neonazista?
<http://firenze.repubblica.it/cronaca/2017/12/02/news/firenze_bandiera_neonazista_appesa_in_una_camera_nella_caserma_dei_carabinieri-182834468/>
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
a Quero (paesino sulla valle del piave ai piedi del grappa) esiste un cimitero militare tedesco molto austero risalente agli anni 30 che raccoglie i caduti tedeschi della prima offensiva sul grappa dopo Caporetto. Io mi ricordo distintamente di averlo visitato da ragazzo negli anni 60 e che nella cripta vi era un mosaico che raffigurava alcuni soldati tedeschi inginocchiati che rendevano omaggio ad un loro camerata morto e lo coprivano con una bandiera con la svastica. Tornato a visitarlo (e fotografarlo: sto facendo collezione di cimiteri e monumenti di guerra) alcuni anni fa il mosaico era stato rimaneggiato per togliere l'imbarazzante riferimento
Luca Morandini
2017-12-03 10:33:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Mello
a Quero (paesino sulla valle del piave ai piedi del grappa) esiste un
cimitero militare tedesco molto austero risalente agli anni 30 che raccoglie i
caduti tedeschi della prima offensiva sul grappa dopo Caporetto. Io mi ricordo
distintamente di averlo visitato da ragazzo negli anni 60 e che nella cripta
vi era un mosaico che raffigurava alcuni soldati tedeschi inginocchiati che
rendevano omaggio ad un loro camerata morto e lo coprivano con una bandiera con
la svastica. Tornato a visitarlo (e fotografarlo: sto facendo collezione di
cimiteri e monumenti di guerra) alcuni anni fa il mosaico era stato
rimaneggiato per togliere l'imbarazzante riferimento
Imbarrazante e falso: i soldati imperiali non militavano sotto la svastica.

Saluti,

Luca Morandini
s***@gmail.com
2017-12-12 09:46:36 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Luca Morandini
Post by Giovanni Mello
a Quero (paesino sulla valle del piave ai piedi del grappa) esiste un
cimitero militare tedesco molto austero risalente agli anni 30 che raccoglie i
caduti tedeschi della prima offensiva sul grappa dopo Caporetto. Io mi ricordo
distintamente di averlo visitato da ragazzo negli anni 60 e che nella cripta
vi era un mosaico che raffigurava alcuni soldati tedeschi inginocchiati che
rendevano omaggio ad un loro camerata morto e lo coprivano con una bandiera con
la svastica. Tornato a visitarlo (e fotografarlo: sto facendo collezione di
cimiteri e monumenti di guerra) alcuni anni fa il mosaico era stato
rimaneggiato per togliere l'imbarazzante riferimento
Imbarrazante e falso: i soldati imperiali non militavano sotto la svastica.
Certo, ma bisogna sempre tenere conto del periodo storico in cui venne edificato il sacrario, tipico "totenburg" costruito dal regime nazista e ornato di conseguenza.


Di fatto, l'alterazione del mosaico è stata un'alterazione dell'originalità del monumento storico. (Alterazione DOVUTA, se la normativa dei sacrari tedeschi è uguale a quella italiana.....)



"N"
Bhisma
2017-12-03 12:17:44 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
può essere considerata un simbolo neonazista?
<http://firenze.repubblica.it/cronaca/2017/12/02/news/firenze_bandiera_neonazista_appesa_in_una_camera_nella_caserma_dei_carabinieri-182834468/>


Temo che l'esattezza storica sia un aspetto del tutto secondario, qui.

Quello che conta davvero temo, purtroppo, è che il giovane
carabiniere che si teneva la bandiera teneva anche appesa una foto di
Salvini che punta un mitra contro una sciarpa della Roma.
Inevitabilmente, mi è venuto da pensare all'altro recente scandalo, i
tifosi della Lazio e la foto di Anna Frank.

L'uso disinvolto di simboli del genere da parte di tifoserie
calcistiche mi induce a dare ragione al procuratore che sta indagando
sul carabiniere. Secondo lui esiste prima di tutto un enorme problema
culturale. Secondo me (forse sono ottimista, ma voglio comunque
sperarlo) chi fa gesti del genere magari non si rende conto sino in
fondo dell'enormità di quello che sta facendo.

Non so come sia potuto succedere che dopo poco più di 70 anni dalla
fine della seconda guerra mondiale siano venuti meno, almeno per larghe
fasce di gioventù -- quegli anticorpi che dovrebbero inibire cose del
genere.

A volte ho considerato con un certo epidermico fastidio la celebrazione
della Resistenza -- necessariamente superficiale e un po' fumettistica
-- che viene spesso fatta ogni tanto presso la scuola di mio figlio, la
(relativa) frequenza della presenza di ex partigiani, racconti etc
nella scuola etc. (Va anche detto che la scuola si trova in un
quartiere dove la memoria popolare di certi fatti, stragi etc. è ancora
effettiva e piuttosto viva). Tanto che in certe occasioni mi sono
sentito tenuto a intervenire per riequilibrare certe cose: non mi
sembra troppo giusto che un bambino di dieci anni sappia "tutto" dei
crimini di Hitler e Mussolini ma non abbia mai sentito dire nulla di
Stalin e dello stalinismo.

Però, di fronte a fatti del genere, mi chiedo se non abbia torto io con
la mia pretesa di "equidistanza" e non abbiano ragione invece maestre e
dirigenti scolastici a insistere su quel passato e sull'orrore che deve
suscitare.
Maurizio Pistone
2017-12-03 12:36:02 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Luca Morandini
non mi
sembra troppo giusto che un bambino di dieci anni sappia "tutto" dei
crimini di Hitler e Mussolini ma non abbia mai sentito dire nulla di
Stalin e dello stalinismo.
che non abbia sentito dire nulla di Stalin, è sicuramente un errore

però ricordiamoci che da noi, le stragi, le deportazioni, le torture
ecc. le hanno fatte i fasci, non Stalin

dal nostro punto di vista, l'Unione Sovietica rimane in primo luogo un
paese che ha subito un'aggressione del tutto immotivata
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Bhisma
2017-12-03 13:08:43 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
però ricordiamoci che da noi, le stragi, le deportazioni, le torture
ecc. le hanno fatte i fasci, non Stalin
dal nostro punto di vista, l'Unione Sovietica rimane in primo luogo un
paese che ha subito un'aggressione del tutto immotivata
Certamente.

Però, qui non si tratta solo di presentare un punto di vista storico
su chi ha aggredito chi e su chi ha fatto crimini di guerra in Italia.

Si tratta anche e soprattutto di una didattica che presenta il
nazifascismo come "male epocale".

Nulla in contrario a questo tipo di didattica, naturalmente, anzi.

Però allora ci tengo che non sia l'unico esempio di "male epocale" del
Novecento che viene fatto presente a un bambino di quell'età
s***@gmail.com
2017-12-12 09:59:50 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Luca Morandini
non mi
sembra troppo giusto che un bambino di dieci anni sappia "tutto" dei
crimini di Hitler e Mussolini ma non abbia mai sentito dire nulla di
Stalin e dello stalinismo.
che non abbia sentito dire nulla di Stalin, è sicuramente un errore
però ricordiamoci che da noi, le stragi, le deportazioni, le torture
ecc. le hanno fatte i fasci, non Stalin
E per fortuna che siamo su un NG storico.

Leggersi Pisanò, Pansa, Stella.... please.



"N"
Maurizio Pistone
2017-12-12 14:54:32 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by s***@gmail.com
E per fortuna che siamo su un NG storico.
Leggersi Pisanò, Pansa, Stella.... please.
guarda che non ho bisogno di legger Pisanò poer sapere che in Italia c'è
stata una guerra civile

e non ho bisogno di leggere Stella per conoscere l'arte italiana del
chiagni e fotti

i fascimmerda dichiarano guerra al mondo intero pensando che tanto la
guerra la vinceranno gli altri, dichiarano guerra agli Usa con qualche
centinaio di aereoplanini, dichiarano guerra all'URSS con qualche
migliaio di alpini con la piuma sul cappello, dichiarano guerra
all'Italia nascosti dietro i panzer tedeschi, scrivono in costituzione
che gli ebrei non sono italiani ma stranieri, devastano paesi e
massacrano civili, e poi, dopo un anno e mezzo di guerra civile che loro
e solo loro hanno voluto, si scandalizzano, le verginelle, perché
scoprono che in una guerra civile ci sono ammazzamenti e violenze che
molto spesso coinvolgono persone che non c'entrano niente...

quanto all'esito di quella guera civile, c'è una sola cosa che dispiace:
che VEIII, Badoglio e Graziani siano morti di vecchiaia; questo forse si
poteva evitare, il resto, probabilmente no

questo, detto con tutta la pacatezza che si richiede in una discussione
storica

====

a mai più risentirci
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Giovanni Mello
2017-12-12 19:30:06 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by s***@gmail.com
E per fortuna che siamo su un NG storico.
Leggersi Pisanň, Pansa, Stella.... please.
guarda che non ho bisogno di legger Pisanň poer sapere che in Italia c'č
stata una guerra civile
e non ho bisogno di leggere Stella per conoscere l'arte italiana del
chiagni e fotti
i fascimmerda dichiarano guerra al mondo intero pensando che tanto la
guerra la vinceranno gli altri, dichiarano guerra agli Usa con qualche
centinaio di aereoplanini, dichiarano guerra all'URSS con qualche
migliaio di alpini con la piuma sul cappello, dichiarano guerra
all'Italia nascosti dietro i panzer tedeschi, scrivono in costituzione
che gli ebrei non sono italiani ma stranieri, devastano paesi e
massacrano civili, e poi, dopo un anno e mezzo di guerra civile che loro
e solo loro hanno voluto, si scandalizzano, le verginelle, perché
scoprono che in una guerra civile ci sono ammazzamenti e violenze che
molto spesso coinvolgono persone che non c'entrano niente...
che VEIII, Badoglio e Graziani siano morti di vecchiaia; questo forse si
poteva evitare, il resto, probabilmente no
questo, detto con tutta la pacatezza che si richiede in una discussione
storica
===>
a mai piů risentirci
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Ovviamente Lei non si chiede perche' le celebrazioni del 25 aprile siano cosi' divisive: perche' la favoletta dei comunisti che hanno monopolizzato la Resistenza raccontano e cioè che loro combattevano per la libertà' e la democrazia per due terzi degli italiani e' appunto una favoletta. La democrazia e la libertà' che i loro capi arrivati da Mosca volevano era tale e quale quella che c'era in URSS e che l'Urss impose per 40 anni in tutta l'Europa dell'Est. Lo stellone dell'Italia volle che a Yalta finissimo sotto il tallone molto meno duro degli americani e che Stalin avrà' avuto un milione di difetti e di colpe ma aveva una intelligenza politica che lo porto' ad accettare lo status quo. O credete davvero che il Togliatti che a Barcellona aveva sterminato gli anarchici qui avrebbe accettato di sua sponte libertà e repubblica parlamentare? I fatti del triangolo della morte non sarebbero stati una dolorosa parentesi ma la realtà' in ogni parte dell'Italia.



Quanto poi alla guerra si' farla e' stato un azzardo puntando tutto su un facile vittoria dei tedeschi, ma cosa fu' l'entrata in guerra nel 1915 voluta dal re e dalla sua cricca - guerra fra l'altro con un tributo di morti e feriti incomparabilmente piu' alto di quella venuta dopo? solo che la prima la abbiamo vinta (o meglio la hanno persa gli austrotedeschi) e la seconda la abbiamo persa.
Bhisma
2017-12-13 10:26:47 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Mello
Ovviamente Lei non si chiede perche' le celebrazioni del 25 aprile
siano cosi' divisive: perche' la favoletta dei comunisti
E i fascisti... e i gomunisti... questo ritornello, da parte dei
laudatori di un regime che nel 1933 condannava alla galera pure i
politici (demo)cristiani come Malvestiti perché antifascisti non può
che far ridere chiunque conosca un po' di storia.
Michele
2017-12-13 11:24:55 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Mello
Quanto poi alla guerra si' farla e' stato un azzardo puntando tutto su un facile vittoria dei tedeschi, ma cosa fu' l'entrata in guerra nel 1915 voluta dal re e dalla sua cricca - guerra fra l'altro con un tributo di morti e feriti incomparabilmente piu' alto di quella venuta dopo? solo che la prima la abbiamo vinta (o meglio la hanno persa gli austrotedeschi) e la seconda la abbiamo persa.
Mi spiace darti questa notizia, ma due torti non fanno una ragione. Se
l'entrata in guerra dell'Italia nella prima guerra mondiale fosse stata
sbagliata, questo non renderebbe l'entrata in guerra dell'Italia nella
seconda guerra mondiale giusta.
Per fare un esempio che ti sia d'aiuto, se tu evadi le tasse, questo non
da a me il diritto di fare altrettanto. Non è che saremmo tutti e due
nel giusto, saremmo tutti e due in torto.

Ciò posto, l'entrata in guerra dell'Italia nella prima guerra mondiale
aveva almeno come obiettivo la liberazione di territori in cui vivevano
Italiani e che erano sotto dominio austro-ungarico. Si può discutere se
questo obiettivo fosse giusto o meno. Si può argomentare che forse si
sarebbe riusciti a strappare all'Austria-Ungheria delle concessioni, se
non la cessione di quei territori, per via diplomatica, approfittando
comunque della situazione ma senza fare la guerra.
Ma in ogni caso, una ragione del genere è molto, molto, molto diversa da
quelle, vergognose, per cui l'Italia entrò in guerra nel 1940. Hai
bisogno che te le ricordi?


---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Maurizio Pistone
2017-12-13 12:35:17 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Michele
Mi spiace darti questa notizia, ma due torti non fanno una ragione. Se
l'entrata in guerra dell'Italia nella prima guerra mondiale fosse stata
sbagliata, questo non renderebbe l'entrata in guerra dell'Italia nella
seconda guerra mondiale giusta.
vero, però non puoi negare che tra la prima e la seconda, non solo in
Italia, ma in tutto il mondo - ci sia una continuità.

Certo, aver combattutto la prima contro Cecco Bebbe, la seconda dalla
parte di Sigfrido e di tutti i Nibelunghi, fa una notevole differenza.
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Michele
2017-12-13 15:42:51 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
Post by Michele
Mi spiace darti questa notizia, ma due torti non fanno una ragione. Se
l'entrata in guerra dell'Italia nella prima guerra mondiale fosse stata
sbagliata, questo non renderebbe l'entrata in guerra dell'Italia nella
seconda guerra mondiale giusta.
vero, però non puoi negare che tra la prima e la seconda, non solo in
Italia, ma in tutto il mondo - ci sia una continuità.
Infatti non lo nego. Può anche esserci una continuità nell'errore, sulla
quale c'è un modo di dire in latino, mi pare. Questo non rende la
ripetizione giustificabile, semmai, appunto, il contrario.

Questo, ripeto, anche supponendo che l'entrata in guerra dell'Italia nel
1915 fosse effettivamente ingiusta.

---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
s***@gmail.com
2017-12-13 09:30:51 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Ovviamente Lei non si chiede perche' le celebrazioni del 25 aprile siano >cosi' divisive: perche' la favoletta dei comunisti che hanno monopolizzato la >Resistenza raccontano e cioè che loro combattevano per la libertà' e la >democrazia per due terzi degli italiani e' appunto una favoletta. La democrazia e la libertà' che i loro capi arrivati da Mosca volevano era tale e quale quella che c'era in URSS e che l'Urss impose per 40 anni in tutta l'Europa dell'Est. Lo stellone dell'Italia volle che a Yalta finissimo sotto il tallone molto meno duro degli americani e che Stalin avrà' avuto un milione di difetti e di colpe ma aveva una intelligenza politica che lo porto' ad accettare lo status quo. O credete davvero che il Togliatti che a Barcellona aveva sterminato gli anarchici qui avrebbe accettato di sua sponte >libertà e repubblica parlamentare? I fatti del triangolo della morte non >sarebbero stati una dolorosa parentesi ma la realtà' in ogni parte >dell'Italia.
Esattamente.
Quanto poi alla guerra si' farla e' stato un azzardo puntando tutto su un >facile vittoria dei tedeschi, ma cosa fu' l'entrata in guerra nel 1915 voluta >dal re e dalla sua cricca - guerra fra l'altro con un tributo di morti e >feriti incomparabilmente piu' alto di quella venuta dopo? solo che la prima >la abbiamo vinta (o meglio la hanno persa gli austrotedeschi) e la seconda >la abbiamo persa.
Tra l'altro nessuno nega gli errori del regime fascista, ci si "limita" a ricordare a chi ha una visione faziosa della storia che le bande comuniste (e i loro capi) non erano niente di meglio.



"N"
Bhisma
2017-12-13 08:31:52 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
i fascimmerda dichiarano guerra al mondo intero pensando che tanto la
guerra la vinceranno gli altri, dichiarano guerra agli Usa con qualche
centinaio di aereoplanini, dichiarano guerra all'URSS con qualche
migliaio di alpini con la piuma sul cappello, dichiarano guerra
all'Italia nascosti dietro i panzer tedeschi, scrivono in costituzione
che gli ebrei non sono italiani ma stranieri, devastano paesi e
massacrano civili, e poi, dopo un anno e mezzo di guerra civile che
loro e solo loro hanno voluto, si scandalizzano, le verginelle, perché
scoprono che in una guerra civile ci sono ammazzamenti e violenze che
molto spesso coinvolgono persone che non c'entrano niente...
quanto all'esito di quella guera civile, c'è una sola cosa che
dispiace: che VEIII, Badoglio e Graziani siano morti di vecchiaia;
questo forse si poteva evitare, il resto, probabilmente no
questo, detto con tutta la pacatezza che si richiede in una
discussione storica
+ 1
s***@gmail.com
2017-12-13 09:27:10 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by s***@gmail.com
E per fortuna che siamo su un NG storico.
Leggersi Pisanň, Pansa, Stella.... please.
guarda che non ho bisogno di legger Pisanň poer sapere che in Italia c'č
stata una guerra civile
e non ho bisogno di leggere Stella
Invece pare di si:

"però ricordiamoci che da noi, le stragi, le deportazioni, le torture
ecc. le hanno fatte i fasci, non Stalin"
i fascimmerda
Ah oc, il livello è questo.
a mai piů risentirci
Corretto. Tempo perso.



"N"
Jurassic Park
2017-12-03 19:34:05 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
"Bhisma" wrote in message news:***@news.eternal-september.org...

Maurizio Pistone wrote:


Quello che conta davvero temo, purtroppo, è che il giovane
carabiniere che si teneva la bandiera teneva anche appesa una foto di
Salvini che punta un mitra contro una sciarpa della Roma.
---------------------------------------------------------------------------------------------
La foto di Salvini a quanto pare è tratta da un videogame che prende in giro
il leader della Lega.
Quindi mi par lecito dubitare che si sia scoperto un temibile carabiniere
leghista...

Carlo "Jurassic Park"
ilChierico
2017-12-03 23:32:19 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Jurassic Park
La foto di Salvini a quanto pare è tratta da un videogame che prende in
giro il leader della Lega.
Quindi mi par lecito dubitare che si sia scoperto un temibile
carabiniere leghista...
ROTFL
Bhisma
2017-12-04 13:20:28 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
La foto di Salvini col mitra è tratta da un videogame che prende in
giro proprio Salvini
Ah. Questo negli articoli di stampa che ho letto io non c'era.
quindi mi pare lecito dubitare che si tratti di un carabiniere
leghista
Veramente più che di un leghista avevo pensato che si trattasse di un
tifoso laziale :-D

Che sarebbero anche questi senza dubbio fatti suoi, sinché le
manifestazioni di tifo calcistico o di opinione politica si mantengono
entro certi limiti.

Se nel caso specifico questi limiti siano stati oltrepassati o no, a
questo punto lo dirà la magistratura.
ilChierico
2017-12-03 23:30:58 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Bhisma
Però, di fronte a fatti del genere, mi chiedo se non abbia torto io con
la mia pretesa di "equidistanza" e non abbiano ragione invece maestre e
dirigenti scolastici a insistere su quel passato e sull'orrore che deve
suscitare.
Tieni conto che sottobanco stanno tentando di screditare l'Arma in ogni
occasione.

E nella tua risposta tieni conto che ho usato il verbo "screditare" al
posto di un altro preso a caso.

E comunque non ti preoccupare di "quell'orrore": abbiamo i nazisti al
governo, la guerra alle porte dell'Europa, il Mediterraneo brulicante di
barche e gommoni che quasi puoi passare da una sponda all'altra senza
toccar l'acqua (cit.= e tu neanche te ne accorgi.

E ricordati che colpevolizzare dei bambini li rendera' da grandi
peggiori di quelle persone che tanto ti fanno paura oggi.

Non imparerete (imparereai) mai la dura lezione della Storia sui cattivi
maestri che hanno portato alla guerra solo con l'insegnamento a dei
piccoli incolpevoli (eufemismo ma la questione e' nota, trita e ritrita,
e non certo conosciuta solo da te).
Maurizio Pistone
2017-12-04 12:10:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by ilChierico
il Mediterraneo brulicante di
barche e gommoni che quasi puoi passare da una sponda all'altra senza
toccar l'acqua
"tu" magari sì; chi occupa quelle barche e gommoni ha buone probablità
di finire in bocca ai pesci
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
s***@gmail.com
2017-12-12 09:56:50 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
puň essere considerata un simbolo neonazista?
<http://firenze.repubblica.it/cronaca/2017/12/02/news/firenze_bandiera_neonazista_appesa_in_una_camera_nella_caserma_dei_carabinieri-182834468/>
Temo che l'esattezza storica sia un aspetto del tutto secondario, qui.
Quello che conta davvero temo, purtroppo, č che il giovane
carabiniere che si teneva la bandiera teneva anche appesa una foto di
Salvini che punta un mitra contro una sciarpa della Roma.
Poster che pubblicizza un videogame satirico...
Post by Maurizio Pistone
Inevitabilmente, mi č venuto da pensare all'altro recente scandalo, i
tifosi della Lazio e la foto di Anna Frank.
Altra montatura mediatica di non poco conto.
Post by Maurizio Pistone
L'uso disinvolto di simboli del genere da parte di tifoserie
calcistiche mi induce a dare ragione al procuratore che sta indagando
sul carabiniere. Secondo lui esiste prima di tutto un enorme problema
culturale. Secondo me (forse sono ottimista, ma voglio comunque
sperarlo) chi fa gesti del genere magari non si rende conto sino in
fondo dell'enormitŕ di quello che sta facendo.
L'avvocato della difesa ha informato che il CC è laureando in storia, e che è appassionato dello specifico periodo storico rappresentato dalla bandiera.

Sull'opportunità di esporla in una caserma invece si può discutere. IMHO era meglio evitare di prestare il fianco a certa stampa e non esporla.
Post by Maurizio Pistone
Non so come sia potuto succedere che dopo poco piů di 70 anni dalla
fine della seconda guerra mondiale siano venuti meno, almeno per larghe
fasce di gioventů -- quegli anticorpi che dovrebbero inibire cose del
genere.
Io ho appesi in casa due manifesti della Xa MAS, non vedo quali anticorpi dovrebbbero servire, se c'è la consapevolezza di cosa si sta esponendo.
(Ho anche "qualche" saggio storico, infatti)
Post by Maurizio Pistone
A volte ho considerato con un certo epidermico fastidio la celebrazione
della Resistenza -- necessariamente superficiale e un po' fumettistica
-- che viene spesso fatta ogni tanto presso la scuola di mio figlio, la
(relativa) frequenza della presenza di ex partigiani, racconti etc
nella scuola etc.
Più che altro si tratta di una rappresentazione troppo spesso falsa, faziosa, "partigiana". Finalizzata a mettere in pratica gli avvertimenti di Orwell...

(Va anche detto che la scuola si trova in un
Post by Maurizio Pistone
quartiere dove la memoria popolare di certi fatti, stragi etc. č ancora
effettiva e piuttosto viva). Tanto che in certe occasioni mi sono
sentito tenuto a intervenire per riequilibrare certe cose: non mi
sembra troppo giusto che un bambino di dieci anni sappia "tutto" dei
crimini di Hitler e Mussolini ma non abbia mai sentito dire nulla di
Stalin e dello stalinismo.
Non solo, si "dimenticano" sempre di insegnare che una parte della "resistenza" agiva per fomentare la guerra civile per esasperare gli animi e arrivare alla "rivoluzione proletaria", non citano i crimini commessi dai partigiani (anche a guerra finita), viene minimizzata (quando va bene) la tragedia istriana, viene troppo spesso negato il "triangolo della morte" emiliano.
Post by Maurizio Pistone
Perň, di fronte a fatti del genere, mi chiedo se non abbia torto io con
la mia pretesa di "equidistanza" e non abbiano ragione invece maestre e
dirigenti scolastici a insistere su quel passato e sull'orrore che deve
suscitare.
Chi indottrina unilateralmente ha sempre torto.



"N"
Giovanni Mello
2017-12-12 19:35:43 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
a proposito oggi e' saltata fuori un manifesto di Lotta continua appesa nell'ufficio di un sotto commissario della polizia

http://www.ilgiornale.it/news/poster-lotta-continua-negli-uffici-questura-1472967.html

secondo me gli danno un encomio per la manifesta presa di posizione antifascista, anzi ormai che c'erano gli chiederanno incorniciare e appendere anche l'appello degli intellettuali antifascisti che fu progromo all'assassino di Calabresi...
s***@gmail.com
2017-12-13 09:31:55 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Mello
a proposito oggi e' saltata fuori un manifesto di Lotta continua appesa nell'ufficio di un sotto commissario della polizia
http://www.ilgiornale.it/news/poster-lotta-continua-negli-uffici-questura-1472967.html
secondo me gli danno un encomio per la manifesta presa di posizione >antifascista, anzi ormai che c'erano gli chiederanno incorniciare e >appendere anche l'appello degli intellettuali antifascisti che fu progromo >all'assassino di Calabresi...
Probabile. Giusto per ricordarci che "loro" sono "partigiani".



"N"

Loading...