Discussione:
tes revisioniste sulla battaglia di caporetto
(troppo vecchio per rispondere)
Giuseppe Scano
2017-10-07 18:52:20 UTC
Permalink
Raw Message
le tesi , secondo me revisioniste al limite del negazionismo di (di Federico Gozzi) 22/05/17 sulla
battaglia di caportetto http://www.difesaonline.it/news-forze-armate/storia/la-battaglia-di-caporetto-non-fu-una-disfatta . non sono valide e contrastano cpon le testimonianze dei reduci . secondo voi invece
Giovanni Mello
2017-10-08 15:56:37 UTC
Permalink
Raw Message
Non ho parole... questa fa il paio con la tesi che la Marina italiana nella seconda guerra mondiale vinse per quello che le competeva la guerra...
Giovanni Mello
2017-10-14 17:50:59 UTC
Permalink
Raw Message
Oggi sul Foglio (in edicola anche domani) bella pagina su Cadorna e Caporetto in cui di confrontano le tesi - compressa quella citata qui - e l’impatto socioculturale sulla storia italiana del 900
Accattevillo.....
Luca Morandini
2017-10-18 12:11:20 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Giuseppe Scano
le tesi , secondo me revisioniste al limite del negazionismo di (di
Federico Gozzi) 22/05/17 sulla battaglia di caportetto
http://www.difesaonline.it/news-forze-armate/storia/la-battaglia-di-caporetto-non-fu-una-disfatta
. non sono valide e contrastano cpon le testimonianze dei reduci .
secondo voi invece
Secondo me cozzano contro i documenti e la logica.

In generale, se Cadorna avesse veramente teuto uno sfondamento nell'alto Isonzomm
avrebbe accorciato il fronte lsciando la Bainsizza e il gruppo del Monte Nero e
ritirandosi al di qua dell'Isonzo.

La verita' e' che, dopo anni nei quali le avanzate si misuravano in metri, nessuno
riteneva possible un rovescio militare cosi' importante, soprattutto in terreno
montuoso.

La disabitudine alla difesa, velleita' offensive malriposte (vedi lo schieramento
avanzato di Caviglia) e tattiche innovative germaniche (bombarde chimiche e
stosstruppen) fecero il resto.

Logica a parte, e' il caso di far notare diverse "furberie" dell'autore
dell'articolo, che cita i morti per diminuire la gravita' della disfatta, ma
omette il 27 volte superiore numero dei prigionieri; oppure cita "il fanatismo"
del Di Robilant, ma omette di dire che non era illogico ritenere che una divisione
potesse tener testa ad un battaglione (seppure comandato da Rommel).

Saluti,

Luca Morandini

Loading...