Discussione:
guerra Cina Usa nel 202?
Aggiungi Risposta
Giovanni Mello
2017-09-14 10:05:42 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
nel 1970 Amalrick pubblico' un libro "sopravvivera' l'unione sovietica fino al 1984?" e tutti sghignazzarono. Si era sbagliato solo di 5 anni...



Il generale Michell negli anni 20 scrisse un libro propugnando il potenziamento della aviazione americana in vista del prossimo scontro con il Giappone che sarebbe iniziato con il loro bombardamento della base di Peal Harbour... lo mandarono sotto corte marziale... per svegliarsi il 7 dicembre del 1941 con i bombardieri del sol levante sulla testa.




Questi due esempi dovrebbero far riflettere chi accusa di ciarlataneria quelli che prevedono a breve uno scontro Usa Cina per il predominio del Pacifico. E' vero che gli Usa hanno le portaerei pero' e' anche vero che il progresso militare procede a salti e difficilmente una guerra nuova viene combattuta con gli armamenti e le dottrine di quella precedente (se no la seconda guerra mondiale con Badoglio che teorizzava l'om el mul el canon da una parte e la marina con le sue corazzate dall'altra la avremmo vinta facilmente noi.....).




La storia non e' fatta dai colpi di testa dei pazzi ma procede con una continuità' decisa dalla geopolitica. La prima guerra mondiale non e' stata causata dall'attentato di Sarajevo ma dalle tensioni latenti che si accumulavano fra la germania emergente e l'Inghilterra. Se quel giorno Gavrilo Princip fosse andato in piazza a mangiarsi un gelato invece che a sparare all'arciduca la guerra sarebbe comunque scoppiata ugualmente per un altro pretesto.


E' quello che lo storico Graham Allison chiama "la trappola di Tucide": fin dalla notte dei tempi una potenza egemone e una emergente finiscono per lo scontrarsi militarmente. Questa volta perché' dovrebbe essere diverso?






I segni di un progressivo irrigidimento si vedono già': il partito comunista cinese dopo un periodo di guida collegiale in un certo senso "democratica" sta progressivamente concentrando il potere nelle mani di Xi Jinping che uscirà' dal prossimo congresso ad ottobre più' potente di Maozedong. Nel paese e' in atto una potente campagna di propaganda nazionalista unitamente ad una stretta sul diffondersi delle "influenze" estere. La Cina continua ad aumentare il budget della difesa (quello ufficiale perché' quello reale non lo conosce nessuno). Contemporaneamente sviluppa una poderosa offensiva politico\economica nell'asia centrale - la via della seta - e cerca di acquistare in europa ed america aziende in grado di fornirgli tecnologia avanzata.







Dall'altra parte non e' che dormano. Trump e' stato eletto per contrastare lo sgretolamento della base industriale del paese perché se ti serve l'acciaio per costruire armamenti non e' che te lo danno i cinesi perché le tue acciaierie le hai smantellate dato che era più' economico importarlo dalla Cina... La pressione sulle aziende e' di riportare la produzione negli Usa per evitare di cedere tecnologie strategiche ai cinesi. La comunità' europea sta varando norme molto più' ristrettive sull'acquisizione da parte dei cinesi di aziende europee. L'opposizione della Francia all'acquisto di STX da parte di Fincantieri e' anche dovuta al fatto che Fincantieri ha un joint venture in Cina che potrebbe favorire il travaso di tecnologie militari. Dall'altra parte del mondo Modi e Abe hanno firmato un accordo per costruire con tecnologia e capitali giapponesi la prima linea ferroviaria ad alta' velocità' in India, nonostante che aziende cinesi avessero fatto offerte più' vantaggiose.



Pian piano il puzzle degli schieramenti si sta componendo: tutti - quasi - contro la Cina, anche chi con gli Usa ha fatto dieci anni di guerra come il Vietnam, con l'unica eccezione della Russia di Putin che pur essendo storicamente avversaria della Cina che guarda alla semispopolata Siberia e alle sue enormi ricchezze di materie prime e' stata per il momento spinta da una dissennata politica occidentale fra le braccia della Cina.


Quando - non se: quando - scoppierà' la guerra? ho paura che la crisi nord coreana - con il regime di Kim Jong un che in maniera spregiudicata e a suo modo intelligente e' andato al di la' del compito di cane ringhiante che gli aveva affidato la Cina - possa far accelerare i tempi.

Incrociamo le dita....
Bhisma af.bhisma
2017-09-14 11:22:36 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Mello
Il generale Michell negli anni 20 scrisse un libro propugnando il potenziamento della aviazione americana in vista del prossimo scontro con il Giappone che sarebbe iniziato con il loro bombardamento della base di Peal Harbour... lo mandarono sotto corte marziale...
La vera "eresia" di Billy Mitchell (si scrive così, per inciso) fu la sua insistenza sull'importanza e l'autonomia del potere aereo, scarsamente riconosciuta nelle dottrine USA dell'epoca, che lo pose ripetutamente in conflitto con i comandi di esercito e marina.

Il motivo della sua corte marziale furono le accuse davvero pesanti che rivolse agli alti gradi in occasione della catastrofe del dirigibile militare Shenandoah.


Oltre che un piantagrane insubordinato, fu anche effettivamente un brillante teorico, decisamente innovatore per i tempi, che dimostrò anche all'atto pratico come una corazzata fosse vulnerabile dall'aviazione già negli anni '20 (affondamento dimostrativo della Ostfriesland) posizione fortemente osteggiata dalla US Navy.

Ma non fu un indovino: per esempio anche lui riteneva inverosimile che una portaerei potesse svolgere un ruolo importante in un attacco giapponese alle Hawaii.
Post by Giovanni Mello
per svegliarsi il 7 dicembre del 1941 con i bombardieri del sol levante sulla >testa.
Il fatto che alcune previsioni eterodosse si siano avverate, non significa che tutte le infinite predizioni sballate che ci sono in giro siano vere.

Sarà un caso, ma stai ricorrendo a un tipico espediente da ciarlatano <g>
Post by Giovanni Mello
Questi due esempi dovrebbero far riflettere chi accusa di ciarlataneria quelli che prevedono a breve uno scontro Usa Cina per il predominio del Pacifico.
I ciarlatani a cui fai ricorso tu non si limitano a predire la guerra, la distruzione cinese delle portaerei USA etc. Sono anche degli pseudo-economisti che garantiscono un facile arricchimento ai gonzi che gli affidano quattrini, basandosi su "teorie" economiche squalificate da mezzo secolo, secondo un consolidato schema da truffatori.

Basta il tuo ricorso a "fonti" del genere a squalificarti completamente, renditene conto.
sabutai
2017-09-14 11:51:22 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
e' anche dovuta al fatto che Fincantieri ha un joint venture in Cina che potrebbe favorire il travaso di tecnologie militari.

STX non costruisce navi militari, ma navi crociera e simili.
Oggi, non ha il know how necessario.
Le navi militari le costruisce in Francia il Naval Group, fin da '600.
s***@gmail.com
2017-09-14 20:08:33 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Mello
Quando - non se: quando - scoppierà' la guerra?
Per almeno 25 anni la Corea non potrà fare guerre: Non puoi imporre il figlio unico e poi mandarlo in guerra.
Michele
2017-09-15 09:29:40 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Mello
nel 1970 Amalrick pubblico' un libro "sopravvivera' l'unione sovietica fino al 1984?" e tutti sghignazzarono. Si era sbagliato solo di 5 anni...
Il generale Michell negli anni 20 scrisse un libro propugnando il potenziamento della aviazione americana in vista del prossimo scontro con il Giappone che sarebbe iniziato con il loro bombardamento della base di Peal Harbour... lo mandarono sotto corte marziale... per svegliarsi il 7 dicembre del 1941 con i bombardieri del sol levante sulla testa.
Questi due esempi dovrebbero far riflettere chi accusa di ciarlataneria quelli che prevedono a breve uno scontro Usa Cina per il predominio del Pacifico.
Ehm. Hai selezionato due esempi di vaticinatori che ci hanno azzeccato.
Questo vuol dire che non c'è mai stato alcun vaticinatore che non ci
abbia azzeccato manco per niente?
Giusto per citartene un paio, Dohuet prevedeva che i bombardieri pesanti
avrebbero vinto tutte le guerre tutto da soli, e Hackett prevedeva una
guerra tra la NATO/OTAN e il Patto di Varsavia.

Inoltre

a) Amalrik si chiedeva se l'URSS sarebbe sopravvissuta - ma hai letto il
suo libro? Secondo lui, il rischio per la sopravvivenza dell'URSS
sarebbe dipeso da una guerra totale tra l'URSS e la Cina. Quindi ci ha
azzeccato nel senso che l'URSS se n'è andata, per il resto è buono
quanto una banconota da 3 Euro.

b) Mitchell non è andato sotto processo per le sue predizioni.

Tutti i predittori sono dei ciarlatani - a meno che non ci azzecchino, e
che lo facciano non dipende necessariamente da preveggenza, può essere
semplice fortuna.

---
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
Emanuela Cyb
2017-09-16 14:36:13 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Mello
Quando - non se: quando - scoppierà' la guerra? ho paura che la crisi nord coreana - con il regime di Kim Jong un che in maniera spregiudicata e a suo modo intelligente e' andato al di la' del compito di cane ringhiante che gli aveva affidato la Cina - possa far accelerare i tempi.
Incrociamo le dita....
A mio modesto parere la Corea del Nord è un cagnolino della Russia e non della Cina. Attualmente la cina si trova bene nel suo ruolo di mediatore e di cuscinetto tra gli usa e la russia/korea. Il fatto che la russia si muova pochissimo in questo ambito geopolitico è preoccupante. Per quanto riguarda la Cina comunque, c'è parecchio da osservare. Già nel 2015 era tornata di prepotenza alla ribalta la questione delle Spratley che stanno rendendo la Cina una mezza fortezza da quella parte del Pacifico.

Comunque qualcosa si sta muovendo da quelle parti, è indubbio. E' confortante almeno il pensiero che la cina sia un pilastro economico di tutto l'oriente, con accordi commerciali che restano prerogativa dell'est e questo dovrebbe per lo meno mettere un freno alla fase armata della rivoluzione.
Giovanni Mello
2017-11-23 07:55:42 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
https://www.dailystar.co.uk/news/world-news/662008/China-War-US-Nuclear-Missile-Hypersonic-Dongfeng-41-Xi-Jinping-Donald-Trump-Test-Nuke-Mach/amp
D***@teikyopost.edu
2017-12-03 19:28:15 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Giovanni Mello
nel 1970 Amalrick pubblico' un libro "sopravvivera' l'unione
sovietica fino al 1984?" e tutti sghignazzarono. Si era
sbagliato solo di 5 anni...
Per il capolavoro della dissoluzione dell'Unione Sovietica dobbiamo
ringrazziare l'opportunista politico Boris Yeltsin e i suoi soci
Leonid Kravchuk and Stanislau Shushkevich. L'ubriacone Yeltsin,
come presidente della Russia, non accettò il nuovo Trattato
dell'Unione di Gorbachev. La successiva miseria causata dai
corrotti autocrati, e dalla vendita dei beni statali agli oligarchi,
si sarebbe evitata.

http://en.wikipedia.org/wiki/Union_of_Sovereign_States

http://en.wikipedia.org/wiki/Belavezha_Accords

http://en.wikipedia.org/wiki/Dissolution_of_the_Soviet_Union#The_fall_.E2.80.93_August.E2.80.93December_1991

http://en.wikipedia.org/wiki/Yeltsin#Privatization_and_the_rise_of_.22the_oligarchs.22

Il golpe di Yeltsin fu un grande tradimento, come disse Gorbachev
nell'intervista con la BBC.

http://www.bbc.com/news/world-europe-38289333

http://www.bbc.com/news/video_and_audio/headlines/38294498

Nel referendum del 17 marzo 1991, il 76.4 percento dei votanti
appoggiarono il nuovo Trattato dell'Unione proposto da Gorbachev.
==================

https://en.wikipedia.org/wiki/Dissolution_of_the_Soviet_Union#1991

On March 17, 1991, in a Union-wide referendum 76.4 percent of voters
endorsed retention of a reformed Soviet Union.[101] The Baltic
republics, Armenia, Georgia, and Moldova boycotted the referendum as
well as Checheno-Ingushetia (an autonomous republic within Russia
that had a strong desire for independence, and by now referred to
itself as Ichkeria).[102] In each of the other nine republics, a
majority of the voters supported the retention of a reformed Soviet Union.
Loading...