Discussione:
obice francese
(troppo vecchio per rispondere)
Rattobaratto
2016-07-01 20:20:56 UTC
Permalink
Raw Message
sul muro esterno del rifugio Sabotino è montato un paranco "al servizio
dell'obice da 293 di fabbricazione francese".
a me giunge completamente nuovo un pezzo di questo calibro.
qualcuno può illuminarmi?
grazie
Bhisma
2016-07-02 08:51:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rattobaratto
sul muro esterno del rifugio Sabotino è montato un paranco "al servizio
dell'obice da 293 di fabbricazione francese".
a me giunge completamente nuovo un pezzo di questo calibro.
A una ricerca non trovo obici francesi in quel calibro nella Ia GM e
nemmeno "mortiers" (spesso i pezzi più pesanti erano denominati così,
anche se erano a retrocarica) anche se arrivarono a costruire due obici
da 520 addirittura.
I francesi ebbero dei *cannoni* da 293 ma si tratta di pezzi che a
essere sollevati da un paranco non ce li vedo proprio.
Trovo anche un riferimento a un "obice francese da 24" del peso di 293
chili, usato anche in montagna. Forse una confusione?

Comunque, gli italiani avevano degli obici (anche se spesso denominati
"mortai da assedio") da 210/8 e 260/9. I 260 erano su licenza francese.
Dei 210, che erano italiani anche come progettazione, ne trovo alcuni
fotograficamente documentati sul Sabotino.

Per raffronto il pezzo italiano considerato più potente in assoluto
nella Ia GM fu l'obice da 305/17
--
... e il pensier libero, è la mia fé!
Bhisma
2016-07-02 09:33:53 UTC
Permalink
Raw Message
Trovo anche un riferimento a un "obice francese da 24" del peso di 293 chili,
usato anche in montagna
Sta in una monografia del 1800. Sospetto che si tratti di 24 libbre?
--
... e il pensier libero, è la mia fé!
Rattobaratto
2016-07-02 17:27:19 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bhisma
Post by Rattobaratto
sul muro esterno del rifugio Sabotino è montato un paranco "al servizio
dell'obice da 293 di fabbricazione francese".
a me giunge completamente nuovo un pezzo di questo calibro.
A una ricerca non trovo obici francesi in quel calibro nella Ia GM e
nemmeno "mortiers" (spesso i pezzi più pesanti erano denominati così,
anche se erano a retrocarica) anche se arrivarono a costruire due obici
da 520 addirittura.
I francesi ebbero dei *cannoni* da 293 ma si tratta di pezzi che a
essere sollevati da un paranco non ce li vedo proprio.
Trovo anche un riferimento a un "obice francese da 24" del peso di 293
chili, usato anche in montagna. Forse una confusione?
Comunque, gli italiani avevano degli obici (anche se spesso denominati
"mortai da assedio") da 210/8 e 260/9. I 260 erano su licenza francese.
Dei 210, che erano italiani anche come progettazione, ne trovo alcuni
fotograficamente documentati sul Sabotino.
Per raffronto il pezzo italiano considerato più potente in assoluto
nella Ia GM fu l'obice da 305/17
credo che il paranco servisse per sollevare i proiettili;
è grosso, ma assolutamente fuori scala per sollevare un cannone di quella
taglia;
comunque apprendo che esistevano veramenete dei cannoni da 293,
grazie
Bhisma
2016-07-03 09:14:51 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Rattobaratto
comunque apprendo che esistevano veramenete dei cannoni da 293,
Ho raffinato la ricerca.
Secondo un blog francese specializzato sulla Ia GM, tra le unità
francesi di artiglieria pesante spedite in Italia, nella primavera ed
estate 1917 operò nel Carso <<the 11th Group (21st and 22nd batteries)
of the 73rd R.A.L.G.P. (Régiment d’Artillerie Lourde à Grande
Puissance, regiment of high-power heavy artillery), was equipped with 6
293-mm mortars, named “danish models” because they had been produced
for Denmark but requisitioned in 1914 by French army. Such guns could
be used on normal railways and narrow ones (0,60 m). These units were
sent in Carso zone.>> http://tinyurl.com/jv7mljs
Il blog cita su questo argomento un articolo del generale Guy François
"L'intervento dell'artiglieria pesante ferroviaria francese nel 1917"
pubblicato nella rivista di storia militare "La Grande Guerra. Storia e
storie della prima guerra mondiale", n. 2, aprile-giugno 2010.
L'articolo è più volte citato, anche in una bibliografia sul ruolo
delle Ferrovie Italiane nella Grande Guerra, ma purtroppo non trovo
l''originale online.
Trovo riferimenti a questi pezzi d'artiglieria, credo ne esistessero
molto pochi di quel modello, anche in altri articoli tra cui questo
sulla produzione industriale di guerra francese, che menziona dei
proiettili da <<293 mm, for naval gun which had been manufactured for
Denmark>> http://tinyurl.com/hsyowb2
Si trattava di pezzi su rotaia, quindi se sono quelli il paranco
dovrebbe essere stato vicino a dei binari.
Potrebbe riferirsi ad essi questa testimonianza nel forum
"cimeetrincee" su dei dei cannoni ferroviari francesi da 293 operanti
nella zona di Lucinico che <<sparavano muovendosi lungo una massicciata
ferroviaria costruita appositamente secondo un raggio di curvatura per
spostare lateralmente il tiro. A Valisella si riconosce ancora la
massicciata>>.
http://tinyurl.com/hhlvvux
La discussione contiene anche alcuni interessanti aspetti tecnici
relativi all'artiglieria pesante su rotaia francese.
--
... e il pensier libero, è la mia fé!
Bhisma
2016-07-03 09:39:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bhisma
293-mm mortars, named “danish models”
Qui c'è un'altra foto e la scheda tecnica.
Pare proprio che di quel modello furono costruiti solo 6 esemplari.
http://tinyurl.com/hxunf8m
--
... e il pensier libero, è la mia fé!
Rattobaratto
2016-07-03 12:58:44 UTC
Permalink
Raw Message
293-mm mortars, named “danish models”
Qui c'Ú un'altra foto e la scheda tecnica.
Pare proprio che di quel modello furono costruiti solo 6 esemplari.
http://tinyurl.com/hxunf8m
ringrazio;
come al solito, su questo newsgroup si trovano competenze stupefacenti
Loading...