Discussione:
Il Niger rigetta la missione italiana
Aggiungi Risposta
Bhisma
2018-03-19 10:32:39 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
LUISS:
https://goo.gl/PsQkkf

E un precedente articolo, sempre di Sicurezza Internazionale, sulla
nostra missione in Niger, Gennaio:
https://goo.gl/TLCAzu
Bhisma
2018-03-19 10:51:11 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Bhisma
https://goo.gl/PsQkkf
E un precedente articolo, sempre di Sicurezza Internazionale, sulla
https://goo.gl/TLCAzu
Un recentissimo articolo di Analisi Difesa sulla situazione libica, con
particolare attenzione alla zona del Fezzan e al confine con il Niger
https://goo.gl/cKuAMx
Ciabattone
2018-03-22 22:36:16 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Bhisma
https://goo.gl/PsQkkf
E un precedente articolo, sempre di Sicurezza Internazionale,
https://goo.gl/TLCAzu
Interesssante quel sito SI.

Ecco un altro commento più generale:

È stupefacente quante parole vengano spese per difendere una
super potenza contro l’altra e quante poche, invece, per
rappresentare i fatti correttamente. Il metodo della
comparazione mostra che la proiezione internazionale di Russia
e Stati Uniti non è mossa da ideali, ma dalla vocazione alla
conquista. Dal momento che entrambi operano secondo le stesse
logiche, che poi sono le logiche tipiche delle grandi potenze,
è del tutto inutile caricarsi di animosità contro Putin e
perdere tempo a giustificare le sanzioni contro la Russia con
argomenti ideali.

http://sicurezzainternazionale.luiss.it/2018/03/06/ghouta-aleppo-responsabili-della-guerra-siria/
--
Non ho fatto il
Luca Morandini
2018-03-22 23:04:08 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Ciabattone
Interesssante quel sito SI.
Interessante?

<<La guerra civile in Siria ha avuto inizio il 15 marzo 2011. Il conflitto tra le
forze di Bassar al Assad e una parte della popolazione sarebbe durato molto poco,
se non fosse stato alimentato da due blocchi di Stati. Il primo blocco, guidato
dagli Stati Uniti, ha armato i rivoltosi per abbattere il dittatore della Siria e
sostituirlo con un presidente amico. Il secondo blocco, guidato dalla Russia, è
intervenuto per sconfiggere i rivoltosi e difendere il presidente siriano.>>

Per smontare questa grottescamente semplificata lettura, dasterebbe far notare che
gli USA hanno cominciato ad fornire armi alla Free Syrian Army nel Settembre 2013
(in conseguenza di attacchi chimici da parte del regime); mentre la Russia ha
iniziato a fornire armi al govenro sitiano verso la fine del 2013.

Insomma, la guerra civile era vecchia di circa 3 anni quando le grandi potenze
hanno cominciato ad impegnarsi in Siria.

Saluti,

Luca Morandini
Bhisma
2018-03-23 09:26:40 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Luca Morandini
Insomma, la guerra civile era vecchia di circa 3 anni quando le
grandi potenze hanno cominciato ad impegnarsi in Siria.
E abbiamo sotto gli occhi, *cinque* anni dopo, il concreto risultato
del loro impegno in zona.

Quella di Orsini sarà anche una semplificazione (per quanto
personalmente non la trovi grottesca) ma ha il grosso merito di
lasciare da parte le ragioni "ideali" di cui (davvero sì
grottescamente) si pasce spesso l'informazione destinata al grosso
dell'opinione pubblica per concentrarsi sulle ragioni geopolitiche,
economiche, etc.
Luca Morandini
2018-03-23 10:29:09 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Bhisma
Post by Luca Morandini
Insomma, la guerra civile era vecchia di circa 3 anni quando le
grandi potenze hanno cominciato ad impegnarsi in Siria.
E abbiamo sotto gli occhi, *cinque* anni dopo, il concreto risultato
del loro impegno in zona.
L'impegno USA (e della coalizione, tra cui l'Italia) e' stato limitato a
combattere l'ISIS: altri attori si sono comportati molto diversamente.

Saluti,

Luca Morandini
Bhisma
2018-03-23 10:43:09 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Luca Morandini
L'impegno USA (e della coalizione, tra cui l'Italia) e' stato
Veramente avevo l'impressione che volessero anche pestare un pochino
Assad. Se ricordo bene i primi attacchi aerei USA "unofficial" contro
l'esercito siriano, almeno secondo le proteste di Assad, iniziarono nel
2015
Luca Morandini
2018-03-23 11:17:51 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Bhisma
Post by Luca Morandini
L'impegno USA (e della coalizione, tra cui l'Italia) e' stato
Veramente avevo l'impressione che volessero anche pestare un pochino
Assad.
Se questa fosse stata l'intenzione, avrebbero "pestato" dopo gli attacchi chimici
del 2013, e invece organizzarono un disarmo chimico pacifico.

L'ultima cosa che voleva Obama era un'altra guerra in MO (e doveva nche ridurre le
spese militari, vista la crisi economica).

Saluti,

Luca Morandini
Ciabattone
2018-03-25 00:31:47 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Luca Morandini
<<La guerra civile in Siria ha avuto inizio il 15 marzo 2011.
Il conflitto tra le forze di Bassar al Assad e una parte
della popolazione sarebbe durato molto poco, se non fosse
stato alimentato da due blocchi di Stati. Il primo blocco,
guidato dagli Stati Uniti, ha armato i rivoltosi per
abbattere il dittatore della Siria e sostituirlo con un
presidente amico. Il secondo blocco, guidato dalla Russia, è
intervenuto per sconfiggere i rivoltosi e difendere il
presidente siriano.>>
Per smontare questa grottescamente semplificata lettura,
dasterebbe far notare che gli USA hanno cominciato ad fornire
armi alla Free Syrian Army nel Settembre 2013 (in conseguenza
di attacchi chimici da parte del regime); mentre la Russia ha
iniziato a fornire armi al govenro sitiano verso la fine del
2013.
Insomma, la guerra civile era vecchia di circa 3 anni quando
le grandi potenze hanno cominciato ad impegnarsi in Siria.
Cioè per tre anni i ribelli hanno combattuto con quali armi?
--
Non ho fatto il
Luca Morandini
2018-03-25 02:24:55 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Ciabattone
Cioè per tre anni i ribelli hanno combattuto con quali armi?
La guerra civile e' diventata progressivamente piu' violenta ed estesa: agli inizi
era guerriglia urbana, e -da parte dei ribelli- combattuta solo con armi leggere.

Le armi inizialmente sono state tubate alla polizia, portate da disertori
dell'esercito, contrabbandate dall'Iraq, etc; successivamente sono state cedute
dalla Turchia e dai paesi arabi del golfo. Alcune sono state auto-prodotte
(qualsiasi decente officina meccanica puo' costruire RPG e mortai).

Inoltre, incredibile a dirsi, hanno anche usato degli Stg-44!
http://www.armoryblog.com/firearms/rifles/free-syrian-army-captures-5000-stg44s/

Saluti,

Luca Morandini
Maurizio Pistone
2018-03-25 08:17:21 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Ciabattone
Cioè per tre anni i ribelli hanno combattuto con quali armi?
esattamente come hano sempre combattutto tutti i ribelli di questo
mondo: prendendo le armi "là dove si trovano" (Gramsci)
--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
Bhisma
2018-03-25 11:38:52 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Maurizio Pistone
esattamente come hano sempre combattutto tutti i ribelli di questo
mondo: prendendo le armi "là dove si trovano" (Gramsci)
Una parte delle forze armate siriane, se rammento bene, si schierò da
subito con i ribelli.
Stroicamente è quasi una "condicio sine qua non" per ogni rivoluzione
di successo (perlomeno iniziale)
Ciabattone
2018-03-28 22:25:58 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Bhisma
Post by Maurizio Pistone
esattamente come hano sempre combattutto tutti i ribelli di
questo mondo: prendendo le armi "là dove si trovano"
(Gramsci)
Una parte delle forze armate siriane, se rammento bene, si
schierò da subito con i ribelli.
Stroicamente è quasi una "condicio sine qua non" per ogni
rivoluzione di successo (perlomeno iniziale)
Per tre anni?!?!?!?

Resto scettico.
La guerra costa cara, anche la guerriglia.
--
Non ho fatto il
Loading...