Discussione:
[ACW]Battaglia di Big Bethel
(troppo vecchio per rispondere)
Tex_Willer
2005-09-06 21:36:35 UTC
Permalink
Ciao a tutti,
sto raccogliendo informazioni sulla battaglia -scaramuccia- di Big Bethel (o
Bethel Church, o semplicemente Bethel) 10/07/1861, inizio ACW; nella
fattispecie mi piacerebbe sapere se esiste qualche monografia sull'argomento
e se siano reperibili da qualche parte gli OoB di questo scontro, che a
quanto mi è dato sapere è il primo *ufficiale* tra i due eserciti dopo
Sumter (tra l'altro la storia narra che in questa battaglia ci fu il primo
sudista a cadere in battaglia, il diciannovenne Henry Lawson Wyatt del North
Carolina, e pure il primo ufficiale nordista a cadere sotto il fuoco nemico,
il giovane maggiore Theodore Winthrop, del Connecticut).
Come battaglia Big Bethel sembra un anticipo in miniatura di 1st Bull Run:
una rissa fra due eserciti improvvisati con rispettivo contorno di incidenti
di "fuoco amico", insensate cariche a testa bassa, fughe precipitose,
preparazione tattica assente o quasi. In ogni caso si trattò di una
scaramuccia: 19 morti in totale (18 nordisti e 1 confederato), 62 feriti
(53nordisti e 9 confederati) e 5 dispersi, tutti nordisti: tuttavia malgrado
la pochezza dello scontro i nordisti, che ne uscirono sconfitti non
riuscendo a conquistare le posizioni nemiche, ma anzi venendone cacciati, la
presero piuttosto male, specialmente la stampa.
Partecipò a questa minuscola azione, dirigendo buona parte delle manovre
sudiste, specialmente nella preparazione delle difese l'allora colonnello
Daniel Harvey Hill.

Ciao,
Antonio
Davide Pastore
2005-09-07 18:14:49 UTC
Permalink
Post by Tex_Willer
piacerebbe sapere se esiste qualche monografia sull'argomento
AFAIK no.
Il libro semi-biografico (nel senso che copre solo alcune parti
della sua carriera) sul MITICO Harvey (Lee's Maverick General)
gli dedica solo mezza pagina e non rivela nulla di particolare.

E' possibile che i libri di e su Butler ne parlino, cmq non li
ho letti e sono tutti da tempo esauriti:

(1) Benjamin F. Butler - Butler's Book (Boston, A. M. Thayer &
Company, 1892) [questo mi piacerebbe davvero averlo, NdR.]
(2) Howard P. Nash, Jr. - Stormy Petrel: The Life and Times of
General Benjamin F. Butler, 1818-1893 (Rutherford, N.J.,
Fairleigh Dickinson University Press, 1969)
(3) Hans L. Trefousse - Ben Butler: The South Called Him BEAST!
(New York, 1957)
Post by Tex_Willer
e se siano reperibili da qualche parte gli OoB di questo scontro
Certo: qui su ICSM, cortesia di chi scrive. Incollo in fondo
quello che ho trovato confrontando OR, Dyer e Sifakis (sono
andato un po' di fretta, spero di non aver fatto troppi errori).
Post by Tex_Willer
quanto mi è dato sapere è il primo *ufficiale* tra i due eserciti
dopo Sumter (tra l'altro la storia narra che in questa battaglia ci
fu il primo sudista a cadere in battaglia, il diciannovenne Henry
Lawson Wyatt del North Carolina,
Temo di doverti smentire. Precedentemente c'era stata una piccola
scaramuccia a Faifax Courthouse (1° giugno) sulla linea del Potomac
con un caduto da ambo le parti. I confederati lamentarono la morte
del capitano John Q. Marr ed il ferimento (lieve) dell'allora
colonnello Richard S. Ewell (sorpreso in camicia da notte).

Più una azione più massiccia a Philippi, W.Va. (3 giugno), incruenta
ma conclusasi con la pochissimo gloriosa fuga di un intero rgt sudista
("The Philippi Races", titolarono i giornali nordisti).
Post by Tex_Willer
Partecipò a questa minuscola azione, dirigendo buona parte
delle manovre sudiste, specialmente nella preparazione delle
difese l'allora colonnello Daniel Harvey Hill.
Personaggio che adoro.


Brevi cenni sulla battaglia: visto che abbiamo scoperto
Google Earth,andiamo a vedere la mappa della Peninsula
(circa 37°00 N, 76°20' W).

Le forze nordiste, al comando del famoso e/o famigerato
Beast Butler, si trovavano divise in due metà a Newport
News ed a Hampton (entrambe le città sono identificate
sulla mappa, i nomi appaiono sotto le 100 miglia di quota).
Hampton costituisce l'anticamera alla piazzaforte di
Fortress Monroe (giusto sotto il pallino "258" se avete
evidenziato l'opzione Road). L'intera forza prendeva il nome
di Department of Virginia, HQ a Fortress Monroe.

I confederati (Department of the Peninsula, sotto l'allora
colonnello Magruder, HQ a Yorktown che trovasi all'estremità
inferiore del ponte sulla strada "17") erano intelligentemente
sparpagliate su tutta la Peninsula: Harvey era stato mandato
in avanscoperta, fortificando una posizione a Big Bethel
(37°05'54" N, 76°25'42" W, tra "Big Bethel Road" e
"Big Bethel Reservoir") con forze misere.

Butler andò a cercarsi guai pianificando una manovra
a tenaglia quando sarebbe bastato marciare dritto: le
due branche prontamente si spararono addosso circa
a metà strada (circa 37°02'24" N, 76°24'17" W) il che
prometteva male, e poi decisero comunque di andare
avanti con il piano nonostante il fuoco avesse allertato
il nemico. La battaglia in sè non ha nulla di speciale
ed è stata correttamente riassunta da Tex.


OOB NORDISTA
i numeri sotto indicano:
(1a) avanguardia
(2a) supporto (poche miglia dietro)
(3a) rinforzi inviati durante la battaglia
(4a) truppe che non si sono mosse


DEPARTMENT OF VIRGINIA [circa 7700 uomini]
(Maj. Gen. Benjamin F. Butler, U.S.V.)


FORTRESS MONROE [c. 500 u.]

(4a) 7th Mass. Independent Battery [c. 100 u.]
(4a) Battery C, 1st U.S. Artillery [c. 60 u.]
(4a) Battery B, 2nd U.S. Artillery (-) [c. 30 u.]
(4a) Battery L, 2nd U.S. Artillery [c. 60 u.]
(4a) Battery D, 4th U.S. Artillery [c. 60 u.]
(4a) altre tre batterie regolari non identificate [c. 180 u.]
(tutte impiegate come art costiera per grave carenza di cavalli)


HAMPTON / CAMP HAMILTON [c. 4000 u.]
(Brig. Gen. Ebenezer W. Pierce, Mass. Militia)

(1a) - 5th N.Y. Inf Rgt (zuavi) (Col. Abram Duryée,
ma "Duryea" negli OR) [c. 850 u.]
(2a) - 3rd N.Y. Inf Rgt (-) (Col. Frederick Townsend) [c.650 u.]
(2a) - distaccamento 2nd N.Y. [2x 12pdr Mountain Howitzer]
(3a) - 1st N.Y. Inf Rgt (Col. Allen) [c. 800 u.]
(3a) - 2nd N.Y. Inf Rgt (Col. Joseph B. Carr) [c. 750 u.]
(4a) - 3rd Mass. Inf Rgt, Militia (Col. McChesney) [c. 800 u.]
(4a) - distaccamento 3rd N.Y. [c. 150 u.]


NEWPORT NEWS [c. 3200 u.]
(Col. Phelps, 1st Vt.)

(1a) - Battaglione composito (Lt. Col. Washburn, 1st Vt.)
5 co., 4th Mass. [15 uff. + 248 u.]
5 co., 1st Vt. [13 uff. + 262 u.]
(2a) - 3 co., 7th N.Y. Inf Rgt (Col. John E. Bendix) [c. 150 u.]
(2a) - Battery B, 2nd U.S. Artillery (-) (Lieut. John T. Greble) [c. 30 u.]
[2x 6pdr Field Gun]
(4a) - 7th New York Inf Rgt (-) [c. 650 u.]
(4a) - 4th Mass. Inf Rgt, Militia (-) [c. 600 u.]
(4a) - 1st Vt. Inf Rgt (-) [c. 500 u.]
(4a) - 9th N.Y. Inf Rgt (zuavi) (Col. Hawkins) [c. 750 u.]
[quest'ultimo appena sbarcato e/o in corso di sbarco]


Erano inoltre in arrivo da New York il 4th ("1st Scott Life Guards")
ed il 10th N.Y. Inf Rgt, forse già entrambi in corso di sbarco

Il maggiore Winthrop tra i caduti era il segretario militare di Butler.


OOB SUDISTA

DEPARTMENT OF THE PENINSULA [c. 4800 u.]
(Col. John B. Magruder, C.S.A.)


BIG BETHEL [c. 1700 u.]
(Col. Daniel H. Hill, 1st N.C.)

- 1st N.C. Inf Rgt, Volunteers (Col. D. H. Hill) [c. 800 u.]
(n.b. da non confondere con il 1st N.C. Inf Rgt-e-basta)
- 4 co., 15th (a.k.a. 3rd) Va. Inf Rgt (Lt. Col. Stuart) [c. 300 u.]
- 3 co., Montague's Va Inf Battalion (Maj. E. B. Montague) [c. 250 u.]
- 3 co., Va Cavalry [c. 200 u.]
- 2nd & 3rd co., Richmond Howitzers Battalion (Maj. George
W. Randolph, futuro Secreatry of War) [c. 150 u.]
[1x 10pdr Parrott, 5x 12pdr Howitzer, 1x 12pdr Rifled Howitzer]
(quest'ultimo era un Dahlgren leggero da sbarco)


ALTROVE NELLA PENINSULA [c. 3100 u.]

- 2nd La. Inf Rgt (Col. L. G. DeRussy) [c. 800 u.]
- 5th La. Inf Rgt (Col. T. G. Hunt) [c. 800 u.]
- 1st La. Inf Battalion (Lt. Col. C. D. Dreux) [c. 500 u.]
- 1st La. Inf Battalion, Zouaves (Lt. Col. G. A. C. Coppens) [c. 500 u.]
- 15th (a.k.a. 3rd) Va Inf Rgt (-) [c. 500 u.]
(uno dei due rgt della Louisiana, non identificato, arrivò a Big
Bethel da Yorktown dopo la fine dello scontro)

Harvey nomina anche un "Major Cary" tra i presenti a Big Bethel,
che potrebbe essere Nathaniel R. Cary del 39th Va., reclutato
teoricamente nella Eastern Shore (la "punta" della penisola di
Maryland e Delaware) ma mai assemblato, per l'ovvio
motivo di trovarsi del tutto isolato dalla madrepatria.


I rapporti sono in OR, Part I, Volume II, pp. 77-104, più un
supplemento in I, LI, I, 3-5. Le forze nordiste sono in una
serie di dispacci nel primo tomo, sparsi tra p. 640 e p. 666.
Ricordo che gli OR sono in
http://library8.library.cornell.edu/moa/browse.monographs/waro.html
--
Davide

"Solo se la vostra visione va oltre quella del vostro maestro,
siete adatti per ricevere e tramandare la trasmissione."

(Massima Zen)
Davide Pastore
2005-09-07 20:04:23 UTC
Permalink
Post by Davide Pastore
Post by Tex_Willer
piacerebbe sapere se esiste qualche monografia sull'argomento
AFAIK no.
Noto solo ora che Big Bethel è coperta da Battles & Leaders
(II:144-152). L'OOB di p. 148 aggiunge ai miei dati che:

- il Col. Allen si chiamava William H.
- le 5 co. avanzate del 4th Mas erano comandate dal maggiore
Horace O. Whittermore
- il T.Col. Stuart si chiamava William D.

In compenso il battaglione Montague's è incorrettamente
classificato come cavalleria. La sezione di US Arty è
valutata a 11 uomini per 2 cannoni che mi sembra molto
sotto organico (Butler riporta sette batterie regolari, cioè
quattordici sezioni, a 415 uomini, su cui ho basato le mie
stime).

Aggiungo che, ipnotizzato dalla presenza di Harvey, ho
omesso di segnalare che l'ufficiale in comando a Big
Bethel era Magruder, non Hill.
--
Davide

"Solo se la vostra visione va oltre quella del vostro maestro,
siete adatti per ricevere e tramandare la trasmissione."

(Massima Zen)
Tex_Willer
2005-09-08 05:18:20 UTC
Permalink
Post by Davide Pastore
Certo: qui su ICSM, cortesia di chi scrive.
Grazie per la risposta puntuale ed esaustiva, as usual.;-)
Post by Davide Pastore
Post by Tex_Willer
quanto mi è dato sapere è il primo *ufficiale* tra i due eserciti
dopo Sumter (tra l'altro la storia narra che in questa battaglia ci
fu il primo sudista a cadere in battaglia, il diciannovenne Henry
Lawson Wyatt del North Carolina,
Temo di doverti smentire. Precedentemente c'era stata una piccola
scaramuccia a Faifax Courthouse (1° giugno) sulla linea del Potomac
con un caduto da ambo le parti. I confederati lamentarono la morte
del capitano John Q. Marr ed il ferimento (lieve) dell'allora
colonnello Richard S. Ewell (sorpreso in camicia da notte).
Più una azione più massiccia a Philippi, W.Va. (3 giugno), incruenta
ma conclusasi con la pochissimo gloriosa fuga di un intero rgt sudista
("The Philippi Races", titolarono i giornali nordisti).
Uff...vatti a fidare delle fonti, oggigiorno:-);-)
Le (a questo punto errate) informazioni di cui sopra le ho desunte
(gironzolando per il web) da una testimonianza successiva (1901) di un
reduce da Big Bethel; evidentemente egli non si ricordava o non era al
corrente dei due precedenti scontri che hai elencato (Regola #1: verificare
sempre un'affermazione prima di prenderla come oro colato).
Post by Davide Pastore
Personaggio che adoro.
Già: sicuramente uno dei più atipici generali confederati: intraprendente
(l'esatto opposto del buon JEJ sotto questo punto di vista) ma non
stupidamente spericolato, autonomo, senza peli sulla lingua, vedere le
critiche a Lee e ai piani alti confederati durante e dopo la guerra....

Ciao,
Antonio
Davide Pastore
2005-09-08 15:14:01 UTC
Permalink
Post by Tex_Willer
Grazie per la risposta puntuale ed esaustiva, as usual.;-)
Prego.
Nel caso servisse al tuo studio, aggiungo i miei calcoli (rivisti
e ricontrollati). Ovviamente il numero preciso all'uomo è una
stima, cmq ritengo di essere non troppo lontano dal vero
(almeno entro un +/- 10%).

Le forze di Butler sono desunte dai suoi dispacci.
24 maggio (p. 648):

- U.S. regulars (7 compagnie di artiglieria, vedi 18 maggio, p. 641),
Lt. Col. Justin Dimick (2nd U.S. Arty), 415 u. [presenti da inizio anno]
- 3rd Mass. (+ 1 co.), 727 u. [presenti da aprile]
- 4th Mass. (+ 1 co.), 783 u. [presenti da aprile]
- 1st Vt., 779 u. [partiti da casa il 13 maggio]
- 2nd N.Y., 782 u. [partiti da casa il 18 maggio]

Totale lordo 3486 uomini. Butler dichiara che "As there is very
little sickness, the effective force will be probably 3,375 men",
ovvero una riduzione di 111 uomini o il 3,2%.

Più avanti nella lettera (ma sotto la data 25 maggio) risultano
appena arrivati:

- 5th N.Y., 850 u. [partiti da New York il 23 maggio - che velocità!!]
- 1 co. aggregata al 3rd Mass., 101 u.
- 1 " " " 4th Mass., 101 u.

Totale lordo 4538 uomini. Butler dichiara 4400 "ready for service",
ovvero una riduzione di 138 uomini o il 3,0%.

Il 4 giugno (p. 663) Butler accenna alla Naval Brigade (un'unità
anfibia reclutata per spedizioni costiere) presente ma non accettata
per qualche motivo non specificato ed impiegata solo per lavori
di fortificazione (diventerà poi il 99th N.Y.) e dichiara "I have
here altogether about six thousand effective men, and no more",
il che deve includere gli altri reparti arrivati nel frattempo:

- 1st N.Y, 800 u. ? [partiti il 20 maggio]
- 7th N.Y., 800 u. ? [partiti il 24 maggio]
- 7th Mass. Bty, 100 u. ? [partiti il 22 maggio]

Per un totale lordo di 6238 uomini, togliendone 238 o il 3,8%

Infine il 6 giugno (p. 666) arriva:

- 3rd NY, 800 u.

Per un totale lordo di 7038 uomini. Butler dichiara una aggregate
force di 6750 togliendone 288 o il 4,1%.

La forza del 5th N.Y. a Big Bethel è 850 (p. 83 - quindi non ha
avuto perdite, molto strano ma vero). Spalmando gli assenti sugli
altri reparti, abbiamo:

- 3rd Mass (+ 2 compagnie), 828 - 40 = 788
- 4th Mass (+ 2 compagnie), 884 - 42 = 842
- 7th Mass Bty, 100 - 5 = 95
- 1st N.Y, 800 - 36 = 764
- 2nd N.Y., 782 - 35 = 747
- 3rd NY, 800 - 36 = 764
- 5th N.Y., 850
- 7th N.Y., 800 - 36 = 764
- 1st Vt, 779 - 35 = 744
- U.S. regulars (7 compagnie), 415 - 23 = 392 (7 x 56)
Ogni compagnia di artiglieria regolare dovrebbe essere su tre
sezioni, ma visto l'organico striminzito ne ho calcolate solo due
(che a 14 uomini per cannone è appena adeguato).

In aggiunta abbiamo il 9th N.Y., secondo Dyer appena arrivato e
(credo) non ancora conteggiato ("Left State for Newport News, Va.,
June 6, 1861") ma presente ("Forced march to Big Bethel June 10")
per altri 800, totale 7550.

Poichè secondo Dyer il 4th N.Y. "Left State for Newport News, Va.,
June 3" ed il 10th N.Y. "Left State for Fortress Monroe, Va., June 6",
si suppone che (viste le velocità di trasferimento degli altri reparti)
anche loro dovevano trovarsi nei paraggi. Cmq nei rapporti non si
parla di nessuno di questi tre!!

Butler accenna di sfuggita a una sezione di due Dahlgren da sbarco
(vedi oltre) sotto un Lieutenant Morris (p. 79), usato a difesa di
Hampton, probabilmente un piccolo distaccamento di un rgt.

Ho dimenticato di dire che il 5th N.Y. ricevette 200 fucili Sharps
(non carabine da cavalleria; le stesse armi degli U.S. Sharpshooters)
originalmente destinati alla Naval Brigade.

Non è chiaro se questi valori includano o no gli ufficiali, ma secondo
le consuetudini nordiste ho immaginato di sì.

La forze ad Hampton sono perciò 3913 (più forse il 10th N.Y.):

(1a) 5th N.Y., 850 (p. 83)
(2a) 3rd N.Y. (-), 650 (p. 83)
(2a) dist. 2nd N.Y., 2 cannoni (30 ?)
(3a) 1st N.Y., 764
(3a) 2nd N.Y. (-), 717
(4a) 3rd Mass., 788
(4a) dist. 3rd N.Y. (la forza mancante), 114

Quelle a Newport News sono 3178 (più forse il 4th N.Y.):

(1a) dist. 4th Mass., 15 + 248 (appendice, p. 3)
(1a) dist. 1st Vt., 13 + 262 ( " " )
(2a) dist. 7th N.Y., 150 (p. 88)
(2a) dist. B/2nd U.S., 28, 2 cannoni (56 / 2)
(4a) 4th Mass. (-), 579
(4a) 1st Vt. (-), 469
(4a) 7th N.Y. (-), 614
(4a) 9th N.Y., 800

E quelle a Ft. Monroe sono 459:

(4a) 7th Mass Bty, 95
(4a) regolari, 364 (6,5 x 56)

Per i sudisti invece abbiamo un totale di 1400 secondo Magruder
(p. 91), 1200 in azione. Ho immaginato che, secondo l'uso sudista,
questo numero includa solo i soldati di fanteria e tralasci ufficiali,
cavalleria ed artiglieria. Essendovi 17 compagnie di fanteria,
1400 / 17 = 82,3 che aggiungendo 3 ufficiali porta ad una media di
85 uomini per compagnia (più alta della media nordista - circa 75 -
perchè i campi di questi ultimi erano tra le malsane paludi costiere,
mentre i confederati stavano nell'interno. Inoltre l'organizzazione
di questi ultimi era più recente, e giocavano in casa).

- 1st N.C., 10 x 85 = 850 (stima)

- dist. 15th/3rd Va. (3 + 1 compagnie) 4 x 85 = 340
Per le tre compagnie inizialmente presenti Hill dichiara 180 (p.94)
ma Stuart 280 (p.97) che non è troppo dissimile dalle mie cifre.

- Montague's Bn (3 compagnie) 3 x 85 = 255 (stima)

- Richmond Howitzers (2 compagnie) 150
Mia stima. Ci sono solo 7 cannoni invece degli 8 teorici, cmq le
compagnie erano state appena organizzate e non dovevano essere
troppo sotto organico.
Circa il materiale, il "rifled howitzer" è certamente un piccolo
12pdr Dahlgren navale da sbarco (3.40"); tuttavia Randolph parla
di obici navali al plurale per cui almeno uno o più dei cinque obici
lisci dovevano essere a loro volta 12pdr Dahlgren da sbarco
anzichè i normali 12pdr Field Howitzer. Benchè la granata (3.67")
fosse uguale, il Dahlgren era parecchio più piccolo (in pratica un
lanciagranate più che un cannone) e meno potente.
Randolph aggiunge (p. 100):

The small size of the limber of the howitzers (Navy) renders
it impossible to mount the men, and the pieces cannot move faster
than the cannoneers can walk. In a recent skirmish with the enemy,
in which we pursued them rapidly, we could only carry two men,
and having got far ahead of the others, we had to unlimber and fire
with only two cannoneers at the piece. The piece having only two
horses, and the carriage being very light, it is hazardous to mount
any person on the limber. I therefore recommend that four horses
be furnished to each Navy howitzer, one for the chief and the other
three for the men usually mounted on the limber.

- Cavalleria (3 o 4 compagnie) 200
Mia stima. Magruder riporta, nella stessa giornata della battaglia
(p. 91), che "Four companies of cavalry are now in hot pursuit
toward Newport News" ma più avanti ringrazia "Captains Douthatt,
Phillips, and Jones, of the cavalry" tralasciando un nome. Hill
nomina solo Douthatt "with some one hundred dragoons" che è
eccessivo per una compagnia sola ma sembra adeguato per due
(la cav aveva percentuali di non combattenti molto più alte della
fant). Tutti questi reparti confluirono pochi giorni dopo nel 2nd
(in seguito 3rd) Va Cav Rgt (su 11 compagnie) per cui altrove
nella Peninsula dovevano esserci almeno altre 7 compagnie a cavallo.

Totale a Big Bethel, 1795 uomini delle tre armi contro 3727 nordisti
(2246 iniziali + 1481 rinforzi).

I sudisti stimavano il nemico a 3500 uomini (p. 91); le stime iniziali
nordiste erano addirittura 4000 (p. 84) più 15-20 cannoni (p. 79),
anche se a mente fredda (16 giugno) Butler riteneva infine presenti
solo un reggimento ed una batteria (p. 80).

Degli altri reparti sudisti, i reggimenti erano su 10 co. (10 x 85 = 850)
ed i due battaglioni della Louisiana 6 co. (6 x 85 = 510) ciascuno.
Il battaglione Montague's dovrebbe avere 5 co. secondo Sifakis, ma
il suo rapporto ne cita solo tre (p. 101). Trattandosi di una unità
semi-organizzata (mancando la numerazione; diventerà poi il 32nd
Va Inf Rgt) immagino che queste tre compagnie fossero tutte quelle
esistenti all'epoca. Totale:

- 2nd La., 850
- 5th La., 850
- 1st La Btn., 510
- 1st La. Btn Zouaves, 510
- 15th/3rd Va. (-), 510
- 7 compagnie cav, 350 (7 x 50)

Totale 3070 (totale generale sudista 4865).
--
Davide

"Solo se la vostra visione va oltre quella del vostro maestro,
siete adatti per ricevere e tramandare la trasmissione."

(Massima Zen)
Tex_Willer
2005-09-08 21:40:41 UTC
Permalink
Post by Davide Pastore
Nel caso servisse al tuo studio, aggiungo i miei calcoli (rivisti
e ricontrollati).
Ti ringrazio molto per il disturbo. Non solo è utile alla mia ricerca, ma è
molto più di quanto osassi sperare!
A proposito di simpatie irrazionali e/o istintive per personaggi ACW per
quanto mi riguarda le provo nei confronti di McClellan, Vallandigham
(conosciuto attraverso il McPherson e approfondito con la monografia
dedicatagli che hai recensito sul tuo sito) e Joseph E. Johnston.
Inclinazioni inspiegabili senza alcun nesso razionale: niente battute sulla
ehm....spregiudicatezza dei due generali che ho citato:-)

Ciao,
Antonio
Davide Pastore
2005-09-09 04:58:03 UTC
Permalink
Post by Tex_Willer
A proposito di simpatie irrazionali e/o istintive per personaggi ACW per
quanto mi riguarda le provo nei confronti di McClellan, Vallandigham
(conosciuto attraverso il McPherson e approfondito con la monografia
dedicatagli che hai recensito sul tuo sito) e Joseph E. Johnston.
Su McClellan, c'è un titolo recente che non ho letto ma di cui so che
tratta Mac in modo abbastanza positivo (lo so perchè sui forum
americani ha sollevato una valanga di polemiche!):

- Ethan Rafuse, McClellan's War: The Failure of Moderation and
the Struggle for the Union

E dovrebbe essere molto buono il volume 2 della monumentale
opera di Russel H. Beatie sulla Army of Potomac (in fase di
preparazione):

- Russel H. Beatie, Army of the Potomac Vol. 2: McClellan Takes
Command, September 1861-February 1862 (2003)


Mentre su JEJ, se la biografia da me recensita sembra troppo
critica, abbiamo quest'altra più vecchia e molto più rosea:

- Gilbert E. Govan & James W. Livingood, A Different Valor: The
Story of General Joseph E. Johnston, C.S.A. (1956)

Dove il "diverso valore" va inteso come "Lee era un genio nelle
sue battaglie offensive, ma anche Joe quando si trattava di
ritirate (ops!! Volevo dire, "azioni ritardatrici") era un maestro."
--
Davide

"Solo se la vostra visione va oltre quella del vostro maestro,
siete adatti per ricevere e tramandare la trasmissione."

(Massima Zen)
Davide Pastore
2005-09-08 16:40:55 UTC
Permalink
Post by Davide Pastore
Personaggio che adoro.
intraprendente (l'esatto opposto del buon JEJ sotto questo
punto di vista) ma non stupidamente spericolato, autonomo,
senza peli sulla lingua, vedere le critiche a Lee e ai piani
alti confederati durante e dopo la guerra....
Alcuni trivia su Harvey:



#1) prima della guerra (1859) aveva scritto tre libri tra cui
"Elements of Algebra", un libro di matematica "patriottica"
destinato alle scuole del sud, contenente problemi come
questo:

"The field of battle at Buena Vista is 6 1/2 miles from Saltillo.
Two Indiana volunteers ran away from the field of battle at
the same time; one ran half a mile per hour faster than the other,
and reached Saltillo 5 minutes and 54 6/11 seconds sooner
than the other. Required their respective rates of travel".

[P.S. - è utile sapere che a Buena Vista, 1847, il 2nd Indiana
era scappato mentre il 1st Mississippi - comandato da un certo
Col. Jefferson Davis - si era coperto di gloria]

Altri problemi del libro facevano riferimento a (lascio il
testo inglese):
- New England "treason" during the War of 1812
- enslavement of the Pequot Indians in Connecticut
- witchcraft persecutions in Massachusetts
- number of insane persons in New England and New York
in a given year
- Yankee traders who adulterated meat and milk
- accident rate on Northern-owned railroad



#2) Dotato con la penna e portato agli aforismi, si ricordano
molte sue celebri battute (tipo "una ricompensa al primo che
mi porta un soldato di cavalleria morto con gli stivali ai
piedi", etc.) ma la più bella (che riporto a braccio, perchè
non riesco a trovare la fonte) è probabilmente il commento
ad una richiesta di licenza di un suo soldato:

"Si approva, perchè se non si permette ai soldati coraggiosi
di tornare a casa ogni tanto per riprodursi, il paese verrà
riempito dai figli degli imboscati."



#3) In un'epoca in cui i generali erano moralmente tenuti
a mostrare sprezzo del pericolo, Harvey riusciva cmq a
stabilire nuovi standard:

One of the great stories to come out of Harvey Hill's tenure
at Leesburg occurred shortly after he took command there.
Robert Stiles wrote that Hill wishing to know "the number,
calibre, and character of the Federal guns across the river,
gathered a large escort and rode up and down the river bank
in a manner calculated to attract the fire of artillery, and
when the enemy accepted his invitation and the shell came
singing over and buried itself in the earth hard by, he called
for a pick and shovel, dismounted and dug it up with his own
hands, apparently unconscious that other shells were shrieking
and bursting about him and his improvised and somewhat
nervous staff. Of course this impressed us no little; exactly
how, it would be difficult to say. One thing, however, was
clear--that this apparent unconciousness of personal peril
was in no way 'put on,' that our general was undoubtedly
'to the manner born.' "

Un altro dei suoi comportamenti preferiti era passeggiare
(a cavallo) tra le linee dei propri schermagliatori, "curando"
quelli più timorosi con il seguente sistema: si faceva dare
dal soldato il moschetto carico, sparava ad un nemico, e poi
discuteva con calma con il soldato - mentre intorno fischiavano
le pallottole - sul fatto se avesse fatto centro o no. Con tutto
ciò passò la guerra senza un graffio.



#4) Harvey era cognato di Stonewall Jackson (la moglie
di Hill era sorella della prima moglie di Jackson) e non
a caso è stato quasi l'unico subordinato con cui Stonewall
sia andato d'accordo. Entrambi condividevano una rigida
visione presbiteriana su etica, morale, giusto ed ingiusto,
(vedi il punto #7) anche se Harvey era meno bigotto in
senso stretto.



#5) Aneddoto famoso: circa nel tardo 1862 Harvey, Lee e
Longstreet osservavano i nordisti da una collina. Harvey
era l'unico a cavallo (i maligni dicono che la cosa poteva
dipendere dalla sua non stratosferica statura) e Longstreet
lo aveva appena ripreso perchè offriva un bersaglio troppo
visibile. Potenza della jettatura, pochi secondi dopo arrivava
una palla di cannone ed a farne le spese era il povero
cavallo (umani incolumi). Lee, che come noto nel bel mezzo
di una campagna era capace di fare la ramanzina ai conducenti
che maltrattavano i loro animali, non deve essere rimasto
colpito in modo molto favorevole.



#6) Dopo il suo licenziamento dalla Army of Tennessee (dove
rivestiva il grado temporaneo di Lieut. Gen., conferito da Davis
ma necessitante di conferma del Congresso, allora non in
sessione) Harvey condusse per mesi una, ahimè, puerile
battaglia a colpi di lettera con Richmond, che si può
riassumere così:

- Bragg aveva chiesto (e ottenuto) la testa di Hill per chiara
incompatibilità di carattere, ma non aveva formulato (nè
avrebbe potuto provare) alcuna accusa; Davis aveva
accontentato Bragg, offrendo poi a Harvey la possibilità
di ottenere altri incarichi;
- Harvey, ritenendo di aver subìto una grave offesa morale,
chiedeva pubbliche scuse e/o un regolare processo e/o
una esplicita ammissione governativa di confidenza nei
propri confronti prima di accettare qualunque incarico - che
però Davis riteneva fosse già implicita nell'offerta di un
nuovo posto.

Il litigio cartaceo andò avanti fino all'inizio del 1865;
nel frattempo Harvey ricopriva _informalmente_ vari
incarichi di aide-de-camp di lusso, su base di favore
personale ad amici, prima 2inC di Beauregard in Georgia,
poi brevemente davanti a Richmond contro Butler e poi
nella Valley insieme a Early. Approssimandosi Sherman
alla sua terra natìa dovette infine ingoiare il proprio
smisurato orgoglio ed accettare un posto nella rinata
AoTenn con cui combattè a Bentonville (a fianco del suo
carissimo amico Bragg); nel frattempo il grado temporaneo
era scaduto ede era ritornato Maj-Gen.



#7) Dopo la guerra Harvey si dedicò brevemente al
giornalismo, come editore della rivista "The Land We Love"
(ferocemente proconfederata e selvaggiamente antinordista)
e scrisse alcuni degli articoli migliori confluiti nella
serie "Battles & Leaders."

Lee's Maverick General inizia con una lettera degli editori
a Harvey, nel 1885, in cui essi lamentano che lui non era stato
abbastanza critico verso Lee nel suo articolo su Malvern
Hill (polemiche di questo tipo fanno alzare le tirature).
Harvey, in uno dei suoi più bei momenti, rispose:

"In my official reports [...] I criticized the management
of Gen Lee at Malvern and South Mountain. He was
then alive, my commander and in the full tide of success.
He is dead now and failed in his efforts. What I could
and did do, when in the meridian of his power, I cannot
do now."
--
Davide

"Solo se la vostra visione va oltre quella del vostro maestro,
siete adatti per ricevere e tramandare la trasmissione."

(Massima Zen)
Kromberk
2005-09-15 17:57:25 UTC
Permalink
Post by Davide Pastore
Post by Davide Pastore
Personaggio che adoro.
#1) prima della guerra (1859) aveva scritto tre libri tra
cui................................................................
ecc
Complimenti davvero, mi inchino a Davide, questa idea del trivia è davvero
molto interessante.
Hai qualcosa di analogo per Beauregard e Hancock?



Dario
Davide Pastore
2005-09-15 18:14:29 UTC
Permalink
Post by Kromberk
Complimenti davvero, mi inchino a Davide, questa idea del trivia è davvero
molto interessante.
Hai qualcosa di analogo per Beauregard e Hancock?
Non molto. Su PGTB la cosa più gustosa è che i suoi capelli
nero corvino nel 1861 (come appaiono su gran parte delle foto)
si convertirono in grigio-bianco ad una velocità stupefacente
dopo pochi mesi di guerra - non per lo stress del comando,
ma perchè il blocco impediva l'arrivo delle indispensabili
tinture francesi.

Un altro generale sensibile ai capelli era J. E. Johnston, che
pativa così tanto la sua calvizie da tenere sempre il berretto
in testa, anche quando pranzava (cmq per le fotografie riusciva
a sforzarsi e se lo toglieva).

Su Hancock non so nulla, sorry.
--
Davide

"Solo se la vostra visione va oltre quella del vostro maestro,
siete adatti per ricevere e tramandare la trasmissione."

(Massima Zen)
Kromberk
2005-09-15 20:56:47 UTC
Permalink
Post by Davide Pastore
Non molto. Su PGTB la cosa più gustosa è che i suoi capelli
nero corvino nel 1861 (come appaiono su gran parte delle foto)
si convertirono in grigio-bianco ad una velocità stupefacente
dopo pochi mesi di guerra - non per lo stress del comando,
ma perchè il blocco impediva l'arrivo delle indispensabili
tinture francesi.
Davvero clamoroso. PGTB che rimane senza la preziosa tintura d'importazione.
E su San Roberto da Aarlington c'è qualcosina?
Post by Davide Pastore
Un altro generale sensibile ai capelli era J. E. Johnston, che
pativa così tanto la sua calvizie da tenere sempre il berretto
in testa, anche quando pranzava (cmq per le fotografie riusciva
a sforzarsi e se lo toglieva).
Su Hancock non so nulla, sorry.
--
Davide
Ho delle curiosità anche circa Longstreet...



Dario
Davide Pastore
2005-09-16 17:40:35 UTC
Permalink
Post by Kromberk
E su San Roberto da Aarlington c'è qualcosina?
Non molto, perchè nel corso della santificazione sono state
rimossi tutti i dettagli men che perfetti. Ad esempio, nella
collezione delle sue lettere (curata dal figlio) sono stati
censurati tutti i passaggi in cui Lee parlava di schiavi e
schiavitù, nonchè alcuni punti in cui si riferiva ai nordisti
con espressioni molto più colorite di "quella gente."

Ho letto da qualche parte - ma non trovo più la fonte, quindi
vado a memoria - che la cosa che più disturbò Lee durante il
giorno 4 luglio 1863 (prego notare la data) fu che la sua
gallina personale, che dormiva sotto la brandina del generale
ed il cui uovo quotidiano costituiva il piatto forte della
colazione, era sparita. Questi sì che sono problemi!!

Lee fu al centro di un piccolo scandalo giornalistico poco
prima della guerra (circa 1859 IIRC) quando due dei suoi
schiavi fuggirono al nord e raccontarono ai giornalisti una
storia poco edificante a base di crudeltà e frustate - la cosa
interessava la nazione perchè Lee era sposato ad una
discendente di Washington. E' impossibile dire se gli schiavi
dicessero il vero o il falso: è la loro parola contro quella di Lee.

Dopo la guerra, l'opinione comune è che Lee mise nell'armadio
i ricordi di guerra e divenne un bravo patriota americano che
lavorava per la concordia comune; tuttavia nelle sue lettere
private Lee esprimette sempre opinioni molto precise su
quanto fosse stato nel giusto il sud e quanto fosse stato in torto
il nord (opinioni che avrebbe dovuto esprimere compiutamente
nella sua autobiografia, per cui raccolse molto materiale ma
che non riuscì mai a scrivere).

Inoltre, durante la campagna elettorale del 1868 (Grant vs. Seymour)
Lee firmò, insieme ad altri ex leader sudisti (tra cui Beauregard
e Aleck Stephens) una lettera pubblica di supporto alla piattaforma
democratica che affermava, tra l'altro, di essere "inflexibly opposed
to any system of laws that would place the political power of
the country in the hands of the negro race." Particolare curioso,
la lettera era stata originata dall'ex generale unionista Rosecrans.

Infine IIRC Lee dopo la guerra scrisse la prefazione ad un libro
sulla guerra, ma ho dimenticato l'autore.
--
Davide

"Solo se la vostra visione va oltre quella del vostro maestro,
siete adatti per ricevere e tramandare la trasmissione."

(Massima Zen)
Kromberk
2005-09-17 15:45:36 UTC
Permalink
....niente su Longstreet?



Dario
Davide Pastore
2005-09-17 16:57:05 UTC
Permalink
Post by Kromberk
....niente su Longstreet?
Che suo zio era Augustus B. Longstreet, uno degli scrittori
sudisti più noti all'epoca (ce n'erano abbastanza pochi...).
La sua opera principale è la raccolta "Georgia Scenes", di cui
Parrington scrive "fondò la tradizione dell'humor di frontiera
che fiorirà poi con Mark Twain." [oggi è del tutto dimenticato]

Che nel 1860 era ufficiale pagatore; AFAIK l'unico cassiere
che sia mai riuscito a diventare un famoso condottiero.

Che dopo la guerra appoggiò apertamente i repubblicani, cosa
che gli causò l'ostracismo perenne da parte degli ex colleghi che
provvedettero poi a ricoprirlo di concime organico in tutti i loro
libri. Tuttora molti pensano che Gettysburg l'abbia persa lui,
da solo.
--
Davide

"Solo se la vostra visione va oltre quella del vostro maestro,
siete adatti per ricevere e tramandare la trasmissione."

(Massima Zen)
Kromberk
2005-09-18 12:38:42 UTC
Permalink
"Davide Pastore" <***@alice.it> ha scritto>> > Che suo zio era
Augustus B. Longstreet, uno degli scrittori
Post by Davide Pastore
sudisti più noti all'epoca (ce n'erano abbastanza pochi...).
La sua opera principale è la raccolta "Georgia Scenes", di cui
Parrington scrive "fondò la tradizione dell'humor di frontiera
che fiorirà poi con Mark Twain." [oggi è del tutto dimenticato]
Che nel 1860 era ufficiale pagatore; AFAIK l'unico cassiere
che sia mai riuscito a diventare un famoso condottiero.
Che dopo la guerra appoggiò apertamente i repubblicani, cosa
che gli causò l'ostracismo perenne da parte degli ex colleghi che
provvedettero poi a ricoprirlo di concime organico in tutti i loro
libri. Tuttora molti pensano che Gettysburg l'abbia persa lui,
da solo.
Davvero interessante. Dato che abbiamo fatto 30, facciamo 31.
Su J.L. Chamberlain, e G.McClellan qualche trivia?
Ringrazio in anticipo


Dario
Davide Pastore
2005-09-19 15:28:51 UTC
Permalink
Post by Kromberk
Davvero interessante. Dato che abbiamo fatto 30, facciamo 31.
Su J.L. Chamberlain, e G.McClellan qualche trivia?
Su Chamberlain nulla (avrai ormai capito che il mio interesse
biografico per Harvey Hill non è eguagliato per gli altri suoi
colleghi). Su McClellan una cosa poco nota ma forse significativa
è che, quando ancora giovane tenente fu spedito in Oregon a
mappare parte della regione per definire la più comoda strada
di accesso tra le montagne (nell'ottica di farci passare un
giorno la ferrovia per il Pacifico) riuscì a NON trovare i tre
valichi migliori della zona assegnatagli, identificandone solo un
quarto molto poco comodo - a cinque miglia dal valico più agevole.

"This poor showing was due primarily to a prevalent, stubborn
caution. His delay in reducing the party to a manageable size
sharply limited the time available for exploration. His willingness
to accept the fanciful tales of his Indian informants in advance of
- and instead of - actual investigation led him to discount evidence
to the contrary." (Sears, George B. McClellan: The Young Napoleon)

Come dire: dal mattino si capisce il giorno
--
Davide

"Solo se la vostra visione va oltre quella del vostro maestro,
siete adatti per ricevere e tramandare la trasmissione."

(Massima Zen)
Continua a leggere su narkive:
Loading...